Download e-book for iPad: ACAB by Carlo Bonini

By Carlo Bonini

ISBN-10: 8806194690

ISBN-13: 9788806194697

"ACAB". All law enforcement officials Are Bastards. Il chorus di un celebre motivo epidermis anni Settanta diventa richiamo universale alla guerra nelle città, nelle strade. Michelangelo, "Drago" e "lo Sciatto" sono tre "celerini bastardi". Sono odiati e hanno imparato a odiare. Basta leggere l'impressionante e inedita chat del loro reparto according to capirlo. Cresciuti nel culto della destra fascista, si scoprono disillusi al termine di una parabola di violenza che è l. a. loro "educazione sentimentale". Nella narrazione di Bonini si svela, attraverso l'occhio e il linguaggio degli "sbirri" e una lunga inchiesta sul campo, l. a. trama occulta dei più sconcertanti episodi di violenza urbana accaduti in Italia negli ultimi due anni. Che collega in un ritmo serrato e una scrittura emozionante episodi accaduti in tempi e luoghi diversi come l'assalto militare degli ultras a una caserma di Roma e los angeles caccia al romeno nelle periferie, i Cpt in line with immigrati clandestini e gli scontri della discarica di Pianura. l. a. catena dell'odio e delle impunità.

Show description

Read Online or Download ACAB PDF

Best italian_1 books

Painting with Words, Writing with Pictures: Word and Image by Franco Ricci PDF

Ricci's e-book levels largely over Calvino's oeuvre to demonstrate the accuracy of the assumption articulated by way of Calvino himself visible photograph lies on the starting place of all his narrative. The book's major subject matter is the tough interface among note and photograph that Calvino struggled with all through his profession, the act of belief that rendered noticeable that which used to be invisible and reworked what used to be noticeable into what's learn.

Extra resources for ACAB

Sample text

E così, ogni volta si sorprendeva a inseguire Claudia con le parole che aveva ripetuto a se stesso l'ultima volta che aveva messo piede in curva Nord da «civile». – Hai capito o no che ogni domenica stai al loro gioco? Lo capisci o no che è come se ogni volta che entri allo stadio ti rassegnassi a quello che vogliono da noi? O sei una guardia come me, o sei un ultras, o ti rincoglionisci di canne su una panchina. – Che palle! Loro. Loro. Loro. Ma loro chi? Si può sapere con chi ce l'hai sempre?

No. Pur essendo convinto assertore della totale inutilità di infierire su un manifestante inerme (questo è l'unico sbaglio, sprecare le forze su uno solo), sappi che è impossibile farsi rivelare dal manifestante durante la carica, se è un «povero illuso pacifista» o meno. È inoltre abbastanza difficile, dopo ore di sassaiole subite, magari con fratelli feriti anche gravemente, beccare uno dei personaggi che ti stanno avanti e picchiarli solo un pochettino. Quello che dico è che il povero illuso, visti gli stronzi che stavano con lui, poteva tornarsene a casa invece di manifestarci insieme!

DA MILANO C'ero anch'io. IX reparto mobile di Bari. Ero forse a meno di cento metri da dove è morto Carlo Giuliani. E non era una situazione tranquilla. I cugini stavano fuggendo da un vero e proprio linciaggio premeditato... I. DA SALUZZO Io c'ero. VI reparto mobile. Tanto orgoglio, tanta rabbia! Clic. Trovava il reducismo stucchevole. E rivoltante il cappottino al dottor Fournier. Che cazzo ne sapevano loro? A Genova c'era stato anche lui. Sì, con Fournier e con il VII. Scrollò una cinquantina di post.

Download PDF sample

ACAB by Carlo Bonini


by Christopher
4.4

Rated 4.10 of 5 – based on 23 votes